Academy sull’ottovolante: secondo posto consolidato e vetta a -1

Il rientro dalla sosta natalizia non riserva brutte sorprese alla San Marino Academy che impiega un tempo appena per certificare la sesta vittoria consecutiva in campionato e consolidare il secondo posto in classifica. Le Biancoazzurre sfiorano il vantaggio dopo meno di un minuto, quando la combinazione tra Barbieri e Menin porta il capitano sul fondo: puntuale il pallone a rimorchio su Di Luzio che spara a salve sul corpo di Milone.

Le padrone di casa prendono in mano la partita con decisione ed efficacia, risultando pericolose anche sulla corsia opposta da cui iniziative e rifornimenti – deputati ad Alison Rigaglia, oggi migliore in campo – non mancano: l’assist per Barbieri al 4’ si risolve con una puntata sull’esterno della rete della bomber, mentre un minuto più tardi la combinazione con Di Luzio porta la siciliana a calciare fuori col destro in precario equilibrio.

Novese raramente pericolosa e principalmente sulle iniziative di Accoliti o da palla inattiva: proprio su corner stacca Malatesta, che non trova però il bersaglio grosso. Di ben altro spessore le incursioni della San Marino Academy, vicina al vantaggio sul flipper innescato dall’ennesima iniziativa di Menin: il successivo colpo di testa di Venturini, sugli sviluppi di un angolo, è il preludio alla rete. A siglarla è Greta Di Luzio, come a Vigasio innescata da Barbieri: il traversone dal vertice destro dell’area trova tutta sola la punta lombarda che calcia di prima e gonfia il sacco.

La risposta della Novese è affidata a Levis, che si inserisce centralmente per incocciare il traversone di Vitiello – spedito di poco alto sulla traversa -. Iniziative sporadiche per le ragazze di Milanese, oggi al debutto sulla panchina piemontese, e che deve registrare l’inarrestabile vivacità avversaria. A metà frazione Di Luzio e Barbieri tornano a scambiare sul perimetro novese, ma la conclusione della capocannoniere del torneo è imprecisa.

L’attaccante di origini salentine ci riprova al 25’, mettendosi in proprio sulla verticalizzazione di De Sanctis, ma stavolta è Milone a dirle di no. La San Marino Academy aumenta progressivamente i giri del motore, tornando a farsi pericolosa alla mezz’ora sull’asse Rigaglia-Barbieri: conclusione sporca col mancino di quest’ultima, che non trova la rete da breve distanza.

Raddoppio che è nell’aria e che arriva appena dopo un tentativo di Zella, direttamente in porta dopo lo scambio corto alla bandierina. Settanta secondi più tardi Venturini pesca la velocità di Rigaglia, scavalcando la terza linea piemontese e permettendo all’attaccante siciliana di presentarsi davanti a Milone per freddarla con un chirurgico diagonale mancino: secondo gol consecutivo per Rigaglia, a segno anche sul campo del Chievo Fortitudo.

La Novese accusa il colpo e la San Marino Academy affonda: al 36’ Milone è monumentale nel negare il tris a Rigaglia, fiondatasi su un pallone vagante a centro area. Un minuto più tardi tocca a Barbieri gonfiare il sacco, colpendo a colpo sicuro dopo l’uscita disperata di Milone per anticipare Menin in piena area di rigore.

La partita è pressoché chiusa, ma la San Marino Academy non molla la presa sfiorando il poker con Barbieri al 39’ e Rigaglia poco più tardi: in quest’ultima occasione è strepitosa Milone nel fermare a terra l’attaccante avversario in uno contro uno. Rete che arriva poco prima dell’intervallo e porta alla doppietta di Greta Di Luzio: incontenibile in fascia Menin che anticipa l’uscita di Milone e permette alla compagna di segnare il più semplice dei gol.

Non mancano gli spunti nemmeno nella ripresa, durante la quale Conte attinge a piene mani dalla panchina lanciando Piergallini, Rossi, Innocenti, Bianchi e Cecchini. Debutto in Serie B per quest’ultima, classe ’03 e capitano della Primavera.

Subito pericolose le padrone di casa nel secondo tempo, con l’iniziativa di Barbieri che si gira sulla trequarti e porta palla fino al limite da dove scarica un sinistro fuori di poco. Ci prova anche la Novese, che può usufruire di una punizione dai venti metri affidata a Malatesta: gira il mancino della centrocampista ospite, neutralizzato da Montanari.

All’ora di gioco l’ultima iniziativa della partita di Greta Di Luzio, che spedisce fuori di testa su traversone di Rigaglia. Proprio la siciliana sale in cattedra poco più tardi, in seguito al pregevole tentativo di Innocenti che spedisce di poco fuori un pallonetto col mancino. Si diceva di Rigaglia, capace di segnare altre due reti in 180”: prima conclude con un gran destro, solo toccato da Milone, un contropiede in campo aperto; poi raccoglie il perfetto assist di Innocenti per celebrare sotto porta la personalissima tripletta.

Partita archiviata, ma che la San Marino Academy vuole onorare fino in fondo andando alla ricerca di ulteriori marcature: Barbieri ci va vicina al 73’ dopo aver saltato secco Verdino, ma finisce per essere ipnotizzata da Milone. Il successivo tap-in a porta vuota di Rigaglia è invalidato da Gnocco di Este che ne rileva la posizione irregolare.

La capocannoniere ci riprova poco dopo su suggerimento di Innocenti, ma spara a lato col destro.  Medesima sorte dalla volata della numero 10 sammarinese, innescata dalla connazionale Bianchi. Un solo brivido per la porta della San Marino Academy, con Montanari in difficoltà sul retropassaggio di Cecchini e poi brava a rimediare con le mani sulla pressione di Accoliti.

Ritmi e carica agonistica che comprensibilmente vanno scemando con l’approssimarsi del novantesimo: un minuto e mezzo prima Barbieri trova l’agognata doppietta, lanciandosi nell’uno contro uno con Milone. Portiere ospite messa a sedere e battuta dal cuore dell’area di rigore per il 7-0 che porta la bomber in marcatura multipla.

Unico rammarico è lo sfumato clean-sheet per la San Marino Academy, colpita nel primo dei tre minuti di recupero concessi da Palmieri. Sul tiro di una compagna si trova in posizione regolare Levis, che fredda Montanari da pochi passi. Non l’ultima marcatura di giornata, visto che poco dopo è Ilenia Rossi a trovare l’incrocio dei pali dai 20 metri, griffando il primo gol stagionale per essere poi sommersa dall’abbraccio delle compagne.

Termina 8-1 con quattro reti per tempo in favore della San Marino Academy, che riprende da dove aveva lasciato e inanella la sesta vittoria consecutiva in campionato. Risultato di grande spessore che acquista ulteriore valore alla luce dei contemporanei pareggi interni di Napoli e Lazio, rispettivamente con Roma CF (3-3) e Cesena (2-2). Riscontri che vedono ora la San Marino Academy a -1 dalla vetta occupata dalle partenopee e a +4 sulla Lazio, insidiata al terzo posto dalla Riozzese.

 


SAN MARINO ACADEMY [4-2-4]

Montanari; Larocca, Montalti, Venturini, De Sanctis (dal 46’ Piergallini); Costantini (dal 60’ Rossi), Brambilla (dal 70’ Cecchini); Menin (dal 60’ Innocenti), Di Luzio (dal 69’ Bianchi), Barbieri, Rigaglia

A disposizione: Ciccioli, Deidda, Micciarelli, Baldini

Allenatore: Alain Conte

 

NOVESE [4-1-4-1]

Milone; Verna (dal 57’ C. Marenco), Nicastro (dal 46’ Verdino), Rigolino, Barbero; I. Marenco (dal 46’ Tamburini); Zella, Malatesta, Levis, Vitiello (dal’86’ Bellani); Accoliti

A disposizione: Brullo, Franchi, Perna

Allenatore: Fabrizio Milanese

 

Arbitro: Sergio Palmieri di Conegliano

Assistenti: Giovanni Boato di Padova e Michele Gnocco di Este

Marcatori: 18’, 44’ Di Luzio, 35’, 68’, 70’ Rigaglia, 37’, 89’ Barbieri, 90’+1’ Levis, 90’+2’ Rossi

Ammoniti: Verdino

 


FSGC | Ufficio Stampa

 

Le foto reperibili sui canali di informazione e social network della FSGC sono liberamente utilizzabili, riconoscendo i diritti di immagine alla ©FSGC.