NOME SOCIETA’

S.S. SAN GIOVANNI

PRESIDENTE:Fabio Giardi
VICE PRESIDENTE:Mario Beccari
SEGRETARIO GENERALE:Matteo Venerucci
TESORIERE:Massimiliano Venturi
DIRETTIVO:Fabio Giardi – Mario Beccari – Matteo Venerucci – Massimiliano Venturi – Petre Cornel Paoloni
SINDACI REVISORI:
1° ALLENATORE:Ivo Crescentini
CAPITANO:

Contatti

Sede: Via V.Ghiotti 9, 47893, 47893 Fiorentino

Storia

Nei primi anni del secondo dopoguerra il parroco di San Giovanni Sotto Le Penne, frazione del Castello di Borgo Maggiore, raccoglie i ragazzi di quello che viene considerato ufficiosamente come il decimo Castello della Repubblica.

Dietro la Chiesa c’è un campetto dissestato. Il parroco lo mette a disposizione dei ragazzi a patto che questi si impegnino a renderlo agibile. La sera, invece di ritrovarsi al bar, sono tutti al campo a lavorare alla luce di una lampadina improvvisata. Intanto Don Fedele si assume l’incarico di trovare le magliette: le prime saranno rosso-nere, e da quel momento i colori sociali rimarranno quelli.
Nel 1948 viene fondato il San Giovanni, che nei primi anni ’50, proprio come la Libertas, può vantare un suo campetto costruito dietro la Chiesa dagli stessi soci fondatori .

Caratteristica peculiare è la gestione autarchica dei giocatori. Il San Giovanni annovera solo calciatori originari dell’omonima frazione di Borgo Maggiore. Il calciatore che più si ricorda è Giovanni Battista Guerra, diventato poi Presidente dell’ASA.
Lo stemma sociale abbina come pochi la tradizione alla fantasia. Diviso in due parti distinte, nella parte superiore sono bene in vista le “Tre Penne” che denominano il “San Giovanni sotto le Penne” (i tre picchi del Monte Titano); nella parte sottostante, invece, appare un puma che fa la guardia ad un pallone, un simbolo ideato dagli stessi soci fondatori. Nella seconda metà degli anni ’50 si verifica una interruzione dell’attività che durerà solo un paio di stagioni. Infatti, nel 1957, il San Giovanni fa il suo ritorno in campo, per non lasciarlo più.