Femminile: Titane meglio nella ripresa, la Roma la chiude nel recupero

Una ripresa giocata in crescendo non evita alla San Marino Academy la seconda sconfitta consecutiva per 2-0. La Roma la sblocca a metà primo tempo ma poi non trova il gol della sicurezza – complice una Ciccioli in formato stellare – e questo consente alle Titane di rimanere aggrappate alla gara fino a minuti finali. In crescita dal punto di vista dell’iniziativa, le ragazze di Alain Conte costruiscono buone opportunità nella ripresa e – nel finale – si arrabbiano per un contatto in area con protagonista Barbieri, non reputato dall’arbitro meritevole del calcio di rigore. Si era al 4’ di recupero: sul ribaltamento di quell’azione, la Roma approfittava di un’Academy totalmente svincolata da pensieri difensivi per trovare un comodo raddoppio con Bonfantini.

Andando con ordine, il primo tempo si apre e si chiude a forti tinte giallorosse. All’8’ Ciccioli è due volte protagonista su Banusic e Ciccotti nel corso della stessa azione: la svedese prova a pungere con un destro di prima intenzione; sul prosieguo, Serturini apparecchia per Ciccotti che di testa mette poca potenza ma tantissima precisione, chiamando Ciccioli al secondo volo risolutore nello spazio di pochi secondi. Le fughe di Thomas sono un tema ricorrente nella prima frazione di gioco. Da una di queste, al 21’, nasce l’assist per l’1-0: la francese cavalca una prateria sul fianco sinistro dell’Academy e, notato il taglio centrale di Serturini, offre un cioccolatino alla compagna la quale, davanti a Ciccioli, non ha difficoltà ad insaccare. La 15 capitolina era stata decisiva anche all’andata con la rete del 3-2 segnata all’88’e nei panni della bestia nera delle Titane mostra di trovarsi a suo agio. Al minuto 25’ semina il panico sulla sinistra e cerca di restituire il favore a Thomas, che non riesce a concludere di testa ma, caparbia, torna sul pallone girandosi bene in area e mettendo nel mirino il palo lontano: la traiettoria che esce dal suo mancino è, per fortuna delle Titane, non abbastanza arcuata.

In questa fase la San Marino Academy fa tanta fatica a proporsi in avanti, mentre la Roma continua a spingere alla ricerca del raddoppio. Ciccotti fa del suo meglio per mettere Thomas e Giugliano nelle condizioni di battere Ciccioli, ma entrambe mancano l’appuntamento con il golosissimo assist proposto dalla compagna, capitano di giornata della Roma vista l’assenza di Bartoli. Al 38’ la prima vera replica delle ospiti, con De Sanctis che individua, di prima intenzione, la traccia giusta per mettere Menin nelle condizioni di pungere: il capitano cerca l’incrocio con un destro dal limite, ma Ceasar è in traiettoria e blocca. Come all’andata, i minuti finali di primo tempo sono prodighi di potenziali sorprese. Linari al 43’ fa correre Giugliano sul settore di sinistra: la fantasista arriva al limite dell’area piccola e poi cerca l’assist per Thomas, in ritardo sul secondo palo e anche tradita dal rimbalzo. Dall’altra parte Serena Landa, fresca ex, lavora un buon pallone sulla tre quarti e si ritaglia anche lo spazio per il tiro, che però finisce alto.

Nella ripresa la San Marino Academy comincia con un piglio decisamente migliore, anche se a farsi pericolosa per prima è la Roma: cross di Giugliano, Menin non allontana a sufficienza e sulla palla vagante arriva di gran carriera Erzen, che nel tiro mette solo potenza e la manda altissimo. Intanto dalla panchina biancoazzurra si alza Raffaella Barbieri e la San Marino Academy passa stabilmente alle tre punte. All’ora di gioco Landa dialoga con la nuova entrata offrendole un pallone buono per la conclusione diretta, che la 45 scocca in equilibrio precario mandando la sfera fuori di poco. Altre forze fresche con l’ingresso di Rigaglia, che al 72’ passa di forza su Swaby e arriva in zona tiro, scoccando un destro troppo strozzato e fuori bersaglio. Intanto, però, Ciccioli si era candidata seriamente alla palma di MVP della gara: assolutamente clamoroso il suo riflesso sul colpo di testa a botta sicura di Giugliano, dimenticata ad un passo della linea di porta e perfettamente servita dalla solita Serturini. Non sarà l’unico intervento eccezionale del portiere biancoazzurro.

È comunque un buon momento per le Titane, che poco dopo recuperano palla in pressione altissima e provano subito a pungere Ceasar, rimasta fuori dai pali e dunque grata che il mancino di prima intenzione di Landa sia leggermente troppo stretto. La Roma guadagna fosforo ed energie fresche con l’ingresso di Andressa, che all’83’ mette Serturini davanti a Ciccioli: la 15 sta già pregustando raddoppio e doppietta personale quando il suo destro, piazzato a fil di palo, viene disinnescato dal portiere ospite, che ancora una volta mette il mantello e vola a cancellare il 2-0. Nel frattempo, un’ispirata Rigaglia torna a farsi pericolosa approfittando del lavoro sporco di Landa e scoccando un tiro da buona posizione, ma ancora una troppo poco velenoso per impensierire Ceasar.

Nei minuti finali l’Academy si gioca il tutto per tutto riversandosi in avanti senza più pensare a schemi e tatticismi di sorta. I calci piazzati diventano preziosi alleati, ma né la punizione diretta di Landa né quella indiretta di Musolino sortiscono gli esiti sperati. Per la verità, in quest’ultima circostanza Barbieri va a terra in modo sospetto dentro i sedici metri giallorossi ma l’arbitro non ravvisa gli estremi per il rigore. Le Titane lo reclamano a gran voce, ma nel frattempo si espongono anche al contropiede di Bonfantini, che, sola davanti a Ciccioli, non ha che da attendere il momento giusto per depositare il pallone alle spalle del portiere ospite. Ora, per la squadra di Alain Conte, la pausa per lavorare su quanto di buono mostrato oggi e preparare un rush finale fitto di scontri ravvicinati ognuno dei potenzialmente decisivo nell’economia della lotta salvezza.


Serie A Femminile 2020-21, 17. giornata | AS Roma – San Marino Academy 2-0

 

AS ROMA [4-2-3-1]

Ceasar; Erzen, Swaby, Linari, Soffia (dal 69’ Pettenuzzo); Bernauer, Ciccotti (dall’89’ Severini); Thomas, Giugliano (dal 78’ Andressa), Serturini, Banusic (dal 65’ Bonfantini)

A disposizione: Baldi, Corrado, Corelli, Massa, Battistini

Allenatore: Elisabetta Bavagnoli

 

SAN MARINO ACADEMY [4-4-1-1]

Ciccioli; De Sanctis (dall’80’ Micciarelli), Montalti, Kunisawa, Piazza; Menin (dal 65’ Rigaglia), Corazzi (dall’80’ Musolino), Brambilla, Baldini (dal 57’ Barbieri); Chandarana, Landa

A disposizione: Salvi, Nozzi, Vecchione, Babnik, Costantini

Allenatore: Lorenzo Vagnini (sostituisce Alain Conte)

 

Arbitro: Cristian Cudini di Fermo

Assistenti: Simone Teodori di Fermo, Marco Carrelli di Campobasso

Marcatori: 21’ Serturini, 90+4’ Bonfantini


Ufficio Stampa

 

Le foto ed i progetti grafici reperibili sui canali di informazione e social network della San Marino Academy sono liberamente utilizzabili, riconoscendo i diritti di immagine alla ©SMAcademy